Chi sono

Chi sono.
Domanda difficile a cui rispondere.
Potrei riempire la pagina di dati personali, dalla mia altezza, al colore dei miei occhi, capelli, laurea, cose fatte, cose dette.
Ma tutte le varie informazioni servirebbero realmente a dare un’ idea di chi sono?
Ogni volta che scrivo un curriculum, a dire il vero è da un bel po’ che non mi ci metto, mi viene in mente il Piccolo Principe, si il libro di Antoine De Saint-Exupéry e il suo raccontarci che noi grandi per capire chi siamo abbiamo la necessità di mettere i numeri vicino ad ogni informazione, a dare un senso razionale a quello che diciamo, pensiamo.
Questo non mi permette di fermarmi e scrivere qui i miei dati anagrafici, la mia laurea in psicologia, i miei libri, le mie esperienze didattiche.
Ed in verità, Vi farebbe, veramente, aver più voglia di conoscermi, se lo facessi?
O… in realtà, avendo tutto li di fronte, vi darei l’illusione di sapere già chi sono e tutto dal mio percorso accademico e non solo.
Possibile?
NO , vi assicuro di no!
Quindi, chi vorrà sapere chi sono, qual’ è il mio nome, basta che me lo chiedete,
basta che leggiate quello che scrivo, facendomi sapere cosa ne pensiate, dandomi consigli, condividendo con me la vostra giornata, come io faro con voi.
… Ed ecco che i nomi scompaiono, le esperienze si intrecciano e le persone possono rispondere alla domanda chi sono.